Primavera Tim Cup, Sampdoria-Parma: le pagelle dei crociati

Corvi 6: sul gol della Sampdoria può fare poco o nulla, per il resto viene raramente impegnato e quando ciò avviene non commette errori.

Di Maggio 6,5: il capitano crociato è sicuramente tra i più positivi dei suoi: impeccabile in fase difensiva, si fa spesso vedere in quella offensiva con buoni risultati, sia che concluda con un tiro personale, sia che cerchi il suggerimento per il compagno.

Vecchi 5,5: prestazione di poco sotto la sufficienza per il difensore gialloblù che non sempre riesce a chiudere le ripartenze blucerchiate e sbaglia qualche disimpegno di troppo. (56′ Canalicchio Sv).

D’Aloia 6: prova sufficiente per il classe 2000 che si limita ad eseguire cose semplici senza sbagliarle. In fase difensiva riesce a ben contenere gli attaccanti blucerchiati. (65′ Montipò Sv).

Bane 6: prestazione molto simile a quella offerta dal compagno di reparto: pochi rischi e poche occasioni concesse all’attacco della Sampdoria che, a discapito del risultato, si è presentato poche volte al tiro.

Botturi 6: prestazione positiva per il classe 2001 che ci prova in più occasioni e per poco non arriva al pareggio, quando, su calcio di punizione, solo un superlativo Raspa e il palo negano la gioia del gol al centrocampista crociato.

Kone 5,5: prestazione sottotono per l’ivoriano che non sempre fa la cosa giusta e che perde qualche pallone di troppo in mezzo al campo. (71′ Palmieri Sv).

Tardivo 6: il centrocampista gialloblù sforna diversi suggerimenti per i compagni e raramente sbaglia il passaggio, sufficienza meritata per lui. (71′ Panati Sv).

Pelle 5,5: ha voglia di fare e si vede, ma a volte si fa prendere dalla foga di arrivare sul pallone e dalla fretta di calciare commettendo spesso falli evitabili o perdendo facilmente il pallone. (56′ Davitti Sv).

Camara 6,5: tra i più attivi dei gialloblù, crea diverse occasioni da rete e va vicinissimo al gol a metà primo tempo, quando, dopo aver recuperato il pallone dai piedi dei difensori blucerchiati, si presenta solo davanti al portiere avversario calciando, però, sul palo.

Colley 6: prestazione sulla falsa riga di quella offerta da Camara: diverse occasioni create e più volte vicino al gol. A volte pecca un po’ di egoismo non servendo il compagno meglio posizionato.