Primavera Tim Cup, Palermo-Lazio: le pagelle dei rosanero

AL TUMI 7,5: il giovane portiere dei rosanero si rende protagonista parando un rigore al 73′, penalty che avrebbe potuto riaprire la partita. Non è poi molto impegnato durante il match.

FRADELLA 7: ottima prova del difensore classe 2001, l’unica macchia della sua partita è l’ammonizione. Esce al termine del primo tempo ma fa bene il suo lavoro (dal 46′ RIZZO 7,5: le sue qualità sono note a tutti e il suo ingresso in campo è decisivo. Corre tanto ed è spesso pericoloso per gli avversari).

MARCHESE 7: così come i compagni di reparto chiude bene tutte le azioni di attacco della Lazio, riuscendo a volte anche a far ripartire i suoi (dal 54′ SICURO 7,5: anche la sua tecnica è ben nota a molti e prova sempre a mettere la sua firma nel tabellino).

ANGILERI 7,5: padrone assoluto del reparto difensivo, riesce ad arginare tutti i tentativi della squadra ospite. Grande prova per lui!

GALLO M. 7: ottima prova anche quella del numero 5 dei rosanero, che abbassa i ritmi quando serve e allo stesso tempo limita le azioni degli avversari.

LEONARDI 7: molte delle azioni dei siciliani partono dai suoi piedi, sulla mediana tocca quasi tutti i palloni. (dal 64′ SANTORO 7,5: il centrocampista palermitano entra benissimo in campo mettendo a segno, poco dopo il suo ingresso, il penalty ottenuto da Rizzo. Termina la gara come sempre, al meglio).

GAMBINO 7,5: corre avanti e indietro sulla sua fascia di competenza, facendo alla perfezione la fase offensiva e quella difensiva. Corona la sua prestazione con uno dei 5 gol.

RUGGIERO 7: un vero guerriero in campo. Non imposta il gioco ma riesce a mettere paura a tutti gli avversari che vogliono superare il centrocampo rosanero. Corre tantissimo e tiene alto il ritmo del match.

LOUKA 7: ottima anche la prestazione del centravanti numero 9. Dovrebbe e potrebbe sfruttare di più il suo fisico imponente, ad ogni modo anche lui oggi gioca bene in sintonia con la squadra.

MINACORI 7,5: si muove tantissimo alle spalle degli attaccanti e forse è il calciatore rosanero con più tecnica. Spesso si rende pericoloso, come nell’azione del secondo gol in cui si fa trovare pronto di testa (dal 76′ LUCERA 8: ha poco più di un quarto d’ora per stupire e lo fa mettendo a segno una doppietta. Si fa trovare sempre pronto e al posto giusto, sbagliando praticamente niente. La sua prova è perfetta!).

MENDOLA 7: lavora molto bene con i compagni di reparto e si rende pericoloso in qualche occasione durante il match. Bene così! (dal 46′ PETRUCCI 7: sostituisce bene il compagno facendo quello che gli chiede il mister).