Le pagelle del Brescia Primavera

Botti 7: prestazione positiva del giovane portiere classe 2002, sempre attento sulle conclusioni dei friulani. In pieno recupero nega il pareggio all’Udinese con una provvidenziale respinta su un tiro da distanza ravvicinata.

Firetto 6,5: si dedica quasi esclusivamente alla fase difensiva, facendosi vedere poco in avanti. Limita il raggio d’azione del diretto avversario, partecipando alla resistenza finale.

Capoferri 6: nel primo tempo soffre tremendamente la buona vena di Bocic, nella ripresa gli prende le misure e lo limita. Prestazione a due facce, la media è una sufficienza stiracchiata.

Andreoli 6: si mette in mostra con qualche geometria interessante in mezzo al campo, nonostante nel primo tempo l’Udinese tenga maggiormente il possesso del pallone. (dal 69′ Carta 6: rispetta le consegne del tecnico fornendo un aiuto in fase difensiva).

Lancini 5: macchia una prova fin lì sufficiente con due ingenuità ravvicinate: la prima ammonizione ci può stare, la seconda era evitabile. Lascia i suoi in inferiorità numerica per quaranta minuti.

Carminati 7: grande attenzione e concentrazione nell’arco dei novanta minuti di gioco: effettua un paio di chiusure provvidenziali e fa suoi tanti palloni aerei. Uno dei migliori.

Ghezzi 7: il migliore tra le file del Brescia: infaticabile e sempre vivace con il pallone tra i piedi, cerca in tutti i modi di mettere in difficoltà l’Udinese e ci riesce nel finale, sfruttando un clamoroso buco della difesa avversaria. Un gol che vale il passaggio del turno.

Venturelli 6: contributo importante in fase di copertura, si vede meno quando deve impostare il gioco, ma finché ha benzina svolge bene il suo compito. (dal 69′ Marazzi 6: al pari degli altri subentrati, non spicca ma svolge un lavoro prezioso).

Zambelli 5,5: non lesina impegno e corsa, cerca di aiutare anche in fase difensiva: gara di sacrificio, ma nel complesso si vede troppo poco in avanti. (dal 58′ Papetti 6,5: rinforza la difesa dopo l’espulsione di Lancini: compito svolto con grinta e diligenza).

Lussignoli 6: meglio in fase difensiva che in quella offensiva, anche se in un paio di occasioni crea delle situazioni interessanti con degli spunti palla al piede. (dal 89′ Ruocco s.v.)

Torregrossa 5,5: si sbatte e lotta da solo con i centrali del Brescia. Fa il possibile per tenere alta la squadra, specialmente in inferiorità numerica. (dal 89′ Frassine s.v.)

LEGGI ANCHE: LA CRONACA DI BRESCIA-UDINESE