Chievo, avviato un progetto alle Canarie legato ai giovani

Con una decisione ufficializzata nella giornata di ieri, il Chievo conferma di voler esportare la qualità del suo Settore Giovanile. Dopo aver aperto lo scorso febbraio un Academy a Miami, la prima in assoluto negli Stati Uniti, la società di Campedelli ha annunciato una collaborazione con il comune di Arona (a Tenerife nella Isole Canarie). L’accordo prevede lo sviluppo tecnico di tutte le società calcistiche dilettantistiche nella città, coinvolgendo circa 700 ragazzi (dai pulcini alla Primavera) e 70 allenatori.

Nella stagione sportiva 2018/2019 saranno presenti sul territorio spagnolo tecnici del Settore Giovanile del Chievo, con una programmazione che nella prima parte dell’anno riguarderà i tecnici locali e nella seconda i ragazzi. Il progetto è a lunga scadenza (durerà fino al 2028) e, al termine di ogni stagione, i ragazzi e gli allenatori più meritevoli avranno la possibilità di frequentare Veronello, per completare il loro percorso tecnico e didattico. Un progetto molto interessante, che conferma quanto il Chievo tenga a far crescere ragazzi stranieri grazie alle qualità tecniche e strutturali del suo vivaio.