Le parole di Vecchi dopo la vittoria della sua Inter in Viareggio Cup

Altro obbiettivo raggiunto durante la sua gestione

“Devo ringraziare la società, che mi mette a disposizione squadre sempre competitive, e il mio staff con il quale c’è molta sintonia. Lavorando in questo modo i risultati sono una conseguenza, non dimenticando che oltre alla bravura ci vuole anche un pizzico di fortuna”.

Ora rimane l’obbiettivo campionato

“Oggi ci godiamo la vittoria di un torneo di grande prestigio e festeggiamo , da domani testa al campionato dove sabato affronteremo una delle tante squadre forti che lo compongono, la Roma”.

Il giocatore sorpresa della sua squadra?

“È la vittoria del gruppo. Ci sono tanti ragazzi che potrebbero esplodere, al momento alcuni, un po’ per l’età un po’ perché hanno giocato poco, non sono ancora al top per cui fare un nome sarebbe ingeneroso”.

Prima dell’inizio molti non vi davano favoriti, quali corde ha toccato nello spogliatoio?

“Ai ragazzi ho semplicemente ricordato che siamo un gruppo importante e che giocando come abbiamo sempre fatto ci saremmo tolti molte soddisfazioni”.

Nei supplementari è stata decisiva anche la maggiore freschezza atletica della sua squadra?

“Onestamente a differenza della viola abbiamo avuto un cammino più morbido e siamo stati bravi a gestire tutti i giocatori durante la competizione”.