Primo gol in B per Kiyine con la maglia della Salernitana

Nel calcio come in amore, la prima volta non si scorda mai. Il primo amore, il primo bacio, l’esordio nel calcio che conta e il primo gol tra i professionisti: sono momenti che regalano emozioni uniche, che difficilmente altre occasioni possono far provare.

Una di queste gioie è arrivata oggi per Sofian Kiyine, talento classe ’97 formatosi calcisticamente tra Standard Liegi e Chievo. Dopo due anni da assoluto protagonista nella Primavera clivense, ricchi di gol importanti e giocate d’autore, per Kiyine è arrivato il momento di provare un’esperienza nel calcio professionistico. Almeno per questa stagione, il Chievo non poteva garantirgli un elevato minutaggio e quindi ha deciso in estate di girarlo in prestito alla Salernitana. Una stagione in B per farsi le ossa è infatti l’ideale per un giovane talento, con la prospettiva comunque di tornare al più presto alla casa madre. Nei suoi primi mesi in maglia granata il centrocampista offensivo scende in campo sette volte, fornendo sempre delle buone prestazioni. I risultati, però, non sono all’altezza delle aspettative e, dopo la diciottesima giornata, la proprietà sostituisce il tecnico Bollini con Stefano Colantuono.

Il nuovo mister dà subito fiducia a Kiyine, schierandolo titolare oggi pomeriggio nel match esterno contro la Virtus Entella. Il talento clivense ripaga come meglio non potrebbe il suo tecnico, sbloccando il match al minuto 29′ con una pregevole conclusione di destro da fuori area. Una rete indimenticabile per il marocchino – la sua prima in Serie B – e fondamentale anche per la Salernitana, che si aggiudica la sfida per 2-0. Kiyine calca i campi del calcio professionistico solo da qualche mese ed è al primo centro nel campionato cadetto, ma la sensazione è che continuerà a far parlare di sè anche in futuro (magari con la maglia del Chievo).