Inter-Udinese Primavera, le pagelle dei nerazzurri

LEGGI ANCHE: LA CRONACA DI INTER-UDINESE E LE PAGELLE DELL’ UDINESE

Pissardo 6,5: sicuro in ogni circostanza, le parate più impegnative giungono nella ripresa su Garmendia e Brunetti.

Valietti 6,5: nel primo tempo mantieni bene la posizione, non facendosi sorprendere dai tagli di Jaadi e Garmendia, col passare della partita spinge sempre più sulla fascia mettendo in difficoltà la retroguardia friulana con puntuali inserimenti.

Nolan 6: primo tempo guardingo e molto attento per il centrale irlandese. Secondo tempo meno protagonista visto il calo fisico degli attaccanti bianconeri, da segnalare un ottimo colpo di testa su corner.

Lombardoni 6: sempre ben posizionato e non soffre la fisicità di Djoulou e Malle, una partita all’insegna della sufficienza.




Sala 6: a differenza di Valietti è meno propositivo in fase offensivi, ma nonostante ciò in difesa non gli si può rimproverare nulla.

Emmers 7: centrocampista di sostanza, non perde mai la palla. Buona rifinitura nell’occasione del secondo gol della sua squadra.

Schirò 7: lavoro di contenimento in ogni parte del campo per il numero 5 nerazzurro, non si tira indietro quando bisogna rischiare la giocata. In qualche occasione un po’ ruvido. (88′ Pettella s.v.)

Danso 6: si limita a coprire e mantenere la sua zona designata, ammonito per gioco pericoloso e subito sostituito da mister Vecchi. (83′ Brignoli s.v. troppo breve la sua prestazione con pochissimi palloni giocati).




Zaniolo 7,5: il migliore della sua squadra e in campo, anima il centrocampo e la fase offensiva con idee e fantasia malgrado la pioggia battente. La sua esperienza lo rende uno dei migliori in categoria, manco solo la marcatura.

Odgaard 7: si muove da centravanti vero nella metà campo avversaria mettendo in difficoltà i centrali avversari. Nonostante i suoi 193 cm è dotato di grandissima velocità, suo il colpo di testa che manda in porta Merola per il primo gol.

Merola 7: buona anche la sua prestazione, manca di cinismo nel primo tempo, facendosi annullare diversi tiri da Gasparini. (64′ Rover 6,5: entra a partita in corso e incide segnando la seconda marcatura con un buon inserimento spezzando le ali alla squadra di Giacomin).