Torna l’appuntamento con la nostra rubrica “11 e lode”, dedicata alla Top 11 del campionato Primavera. Undici nomi e una panchina con i talenti che più si sono messi in luce su i campi della Primavera, scelti dalla redazione di Mondoprimavera.com. Classico 3-4-3 a trazione decisamente offensiva per il nostro “11 e lode“: non perdiamo altro tempo e andiamo subito a vedere i grandi protagonisti della 15^ giornata di campionato, cliccando sui quadratini arancioni per scorrere i reparti dell’undici ideale della settimana.

Clicca sui pulsanti arancioni per navigare all’interno della top 11




PORTIERE

Alessandro Confente (Chievo): Nell’importante scontro diretto con il Torino in casa dei granata, il portiere classe ’98 si è confermato uno degli elementi più importanti della formazione di D’Anna. Nel primo tempo, il numero uno gialloblù dice di no due volte a Traorè mentre, nei secondi quarantacinque minuti, compie una parata prodigiosa su un colpo di testa a botta sicura di De Luca. Dunque ennesima prova positiva per Confente che, per la quarta volta stagionale, mantiene la porta inviolata.

DIFENSORI

– Raoul Bellanova (Milan): Tanta corsa e qualità per il terzino rossonero classe 2000. In fase difensiva non soffre praticamente quasi mai il diretto avversario e si propone con costanza in avanti risultando insidioso nelle sovrapposizioni e quando arriva al cross per i compagni. Le sue incursioni vengono premiate quando quasi allo scadere della prima frazione la conclusione di Hamadi si stampa sul palo e nel rimbalzo la sfera rimbalza sui suoi piedi consentendogli di iscriversi nel tabellino della partita.




Lorenzo Grossi (Roma): In occasione della sfida casalinga contro il Cagliari, il talento classe ’98 è stato schierato dal tecnico De Rossi davanti alla difesa. Grossi ha interpretato tale ruolo al meglio, dirigendo la manovra giallorossa con personalità. Nel secondo tempo, si è reso protagonista con il gol del momentaneo 1-1 e con l’assist per Soleri, autore del 4-1. Decisamente tra i migliori della compagine romanista nel match contro i sardi.

Irlian Ceka (Lazio): Protagonista in positivo nella partita vinta dalla Lazio in rimonta sul Napoli. Come tutta la squadra, nella prima ora di gioco ha disputato una prestazione sottotono ed incolore, non commettendo però grosse sbavature. Gli va riconosciuto il merito di aver creduto nel momento della conclusione che ha permesso ai suoi di segnare e di ristabilire la parità di risultato. Cresce nel secondo tempo e il suo lavoro di copertura è fondamentale, poi, per la protezione del vantaggio.

CENTROCAMPISTI

Filippo Melegoni (Atalanta): Dopo la gioia dell’esordio in Serie A, il classe ’99 torna nella Primavera e fa la differenza. E’ lui a sbloccare la sfida contro il Crotone con un calcio di punizione che supera la barriera e si insacca alla sinistra del portiere avversario. E’ sempre lui, nella ripresa, ad ispirare da calcio piazzato: il suo traversone proveniente dalla destra pesca Latte a centro area e vale il momentaneo 2-0 dell’Atalanta sui calabresi.

Jacopo Ciarmela (Ascoli): Uno degli uomini copertina della vittoria dell’Ascoli in trasferta contro l’Udinese. I marchigiani, da sfavoriti, sono riusciti a mettere in campo una prestazione sopra le righe, in particolare Ciarmela si è rivelato imprendibile sulla sua fascia di competenze. Cambi di passo, scambi in velocità e progressioni palla al piede, la sua partita è stata costante per tutti i 90 minuti. Ha fornito, inoltre, l’assist per il gol di Tassi che ha deciso la partita.




Luca Clemenza (Juventus): Altra prestazione di alto livello per il trequartista classe ’97, sempre più trascinatore della Primavera allenata da mister Grosso. Nella trasferta di Bari è lui ad aprire le danze, con un tocco a tu per tu con il portiere su invito di Kean. Dopo il gol, firma anche un assist, ringraziando lo stesso Kean con un cross perfetto dalla bandierina per la testa del compagno che insacca il 2-0.

Simon Stefanec (Hellas Verona): Il trequartista slovacco firma un’altra vittoria molto importante per il suo Verona. La trasferta in casa del Trapani si rivela più complicata del previsto per la squadra scaligera, che passa in svantaggio ma poi pareggia e trova il sorpasso nel finale: il gol, manco a dirlo, lo sigla proprio Stefanec, freddissimo nel battere il portiere avversario al 90′ trasformando un calcio di rigore.

ATTACCANTI

– Carlo Manicone (Empoli): Gli azzurri calano la goleada contro l’Avellino, un successo che quasi per metà è propiziato dai gol del centravanti classe 1998. Il capitano empolese segna in tutti i modi, per aprire e chiudere i giochi e farsi un regalo per i diciannove anni appena compiuti: tocco sottomisura per sbloccare l’equilibrio, destro a fil di palo e rigore glaciale per coronare una prestazione che lo lancia verso la vetta della classifica marcatori.




 Moussa Souare (Inter): Mister Vecchi cala nuovamente uno dei tanti assi della sua Inter, ricevendo in risposta la seconda tripletta firmata dall’attaccante guineano nel giro di due settimane. La Salernitana crolla sotto i colpi chirurgici del nativo di Conakry, che in un amen tocca quota 6 in campionato candidandosi ad essere un fattore nella corsa al vertice del Girone C.

– Al Hassan Djassi (Lazio): Le giovani aquile volano ancora, e lo fanno grazie al gol-vittoria messo a segno dal guineano di passaporto portoghese. Nella difficile trasferta di Napoli i biancocelesti vanno sotto nel punteggio prima di pareggiare i conti e spiccare il volo grazie alla perentoria incornata del loro centravanti. Mister Bonatti può guardare con fiducia verso il futuro: quando manca Rossi a colpire ci pensa Djassi, per una Lazio che sogna sempre più in grande.

PANCHINA E FORMAZIONE

Dopo aver analizzato gli undici che maggiormente si sono contraddistinti nella 15^ giornata del Primavera passiamo alla panchina. Il numero 12 scelto questa settimana dalla nostra redazione è Damiano Palombo, estremo difensore del Frosinone decisivo con i suoi interventi nel blitz esterno dei ciociari sul campo del Genoa. I due difensori che questa settimana si siedono nella nostra panchina virtuale sono il centrale difensivo Gianluca Frabotta, decisivo nel pareggio interno del Bologna contro il Palermo con un gol e tanti interventi che hanno scongiurato tanti pericoli alla porta rossoblu. Con il difensore felsineo c’è anche Michael Scarf, terzino sinistro autore di un gol nei tre punti interni del Carpi ai danni del Pescara.




Niccolò Zanellato è uno dei centrocampisti scelti dalla redazione di MondoPrimavera questa settimana: il centrocampista del Milan autore di una prova davvero solida e finito tra i marcatori nel tabellino di Milan-Latina farà coppia con Mohamed Rabbas. Il centrocampista clivense è stato decisivo nel big match ad alta quota vinto dal Chievo contro il Torino. In attacco ci sono due protagonisti in positivo di questa giornata del campionato Primavera: Giacomo Zecca autore di una doppietta che ha permesso al Sassuolo di superare in casa il Benevento e Marco Tumminello, anch’egli due volte nella rimonta vincente casalinga della Roma contro il Cagliari. Entrambi si siedono nella panchina della formazione ideale di questo 15^ turno di MondoPrimavera.com.

Top 11