Torna l’appuntamento con la nostra rubrica “11 e lode”, dedicata alla Top 11 del campionato Primavera. Undici nomi e una panchina con i talenti che più si sono messi in luce su i campi della Primavera, scelti dalla redazione di Mondoprimavera.com. Classico 3-4-3 a trazione decisamente offensiva per il nostro “11 e lode“: non perdiamo altro tempo e andiamo subito a vedere i grandi protagonisti della 12^ giornata di campionato, cliccando sui quadratini arancioni per scorrere i reparti dell’undici ideale della settimana.

Clicca sui pulsanti arancioni per navigare all’interno della top 11




PORTIERE

Matteo Cairola (Pro Vercelli): Il portiere della Pro Vercelli si rende protagonista del pareggio sul campo del Sassuolo. Compie due autentici miracoli, uno per tempo, e salva i suoi in altre occasioni. Prima parata su colpo di testa di Abelli, un volo a togliere la palla dall’incrocio. La seconda, una parata con la mano di richiamo sul bellissimo tiro a giro di Bruschi. A contorno delle uscite a sventare potenziali palle gol. Insomma il migliore in campo a tutti gli effetti.




DIFENSORI

Edoardo Pavan (Hellas Verona): E’ un periodo di leggera flessione per la capolista gialloblu, che nelle ultime due giornate ha raccolto un solo punto. Continua, però, l’ottimo periodo di forma del terzino classe ’98, uno dei trascinatori della Primavera allenata da mister Pavanel in questa prima parte della stagione. E’ lui l’autore dell’unico gol segnato dagli scaligeri in questo weekend: un bel colpo di testa che è valso un punto in classifica e che porta a due il bottino di reti siglate da Pavan in campionato.




Alessandro Buongiorno (Torino): Nella giornata in cui l’attacco granata stecca, contro l’Udinese ci pensa il centrale classe ’99 di mister Coppitelli a levare dai guai la squadra di casa. Sotto 0-1, Buongiorno da calcio piazzato pareggia con la specialità della casa: il colpo di testa. E sono già tre le reti in campionato per il Nazionale Under 18, ormai ci ha preso gusto e di certo non si fermerà qua.

Alessandro Bastoni (Atalanta): Prestazione molto convincente del centrale difensivo, che si conferma tra i migliori interpreti del suo ruolo in campionato. Nel primo tempo ha la meglio in più occasioni sulla punta centrale della Roma Franchi, che non riesce praticamente mai a rendersi pericolosa. Nella ripresa De Rossi getta nella mischia Tumminello, ma anche lui non riesce a prevalere su un Bastoni che contribuisce a rendere granitica la fase difensiva atalantina.

CENTROCAMPISTI

Giuseppe Caso (Fiorentina): Grande prestazione dell’esterno offensivo classe ’98, che sfrutta alla perfezione la chance da titolare concessagli da mister Guidi sfoderando una prova di altissimo spessore. Le sue serpentine ed i suoi spunti in velocità fanno impazzire i difensori del Napoli nel primo tempo, mentre nel secondo si mette in proprio e inserisce il turbo, concludendo la propria corsa con un tiro ad incrociare che vale il nuovo sorpasso viola. Il migliore dei suoi.

Eklu Shaka (SPAL): il centrocampista torna al gol dopo diverso tempo di digiuno. Segna il primo dei tre gol che permettono alla SPAL di battere le rondinelle. Un tiro dal limite che non lascia scampo all’estremo difensore ospite. Oltre al gol una partita di grande sostanza in mezzo al campo, fatta di recuperi importanti e giocate sopraffine. Gira lui e la SPAL vince.




– Pietro Tribelli (Frosinone): serviva un raggio di sole per illuminare il finale di una parte di stagione tendente al grigio in casa ciociara. Il trequartista classe ’98 ne ha propiziati addirittura tre, brillando con la tripletta da mattatore che ha deciso lo sfida contro la Salernitana, permettendo al Frosinone di chiudere il 2016 un pò più lontano dal fondo della classifica del Girone C. Il tris servito nella dodicesima giornata lo proietta a quota 6 in stagione: un bottino niente male, per un centrocampista col vizio del gol.

Daniel Liberal (Chievo Verona): Il giovane esterno offensivo portoghese ha confermato contro l’Ascoli quanto di buono aveva fatto vedere nelle precedenti tre esibizioni tra campionato e Primavera Tim Cup. Contro la formazione marchigiana ha avuto addirittura il merito di segnare il momentaneo 1-1, dopo che l’Ascoli era passato subito in vantaggio e aveva sfiorato il raddoppio. Un gol importante da parte di uno dei talenti che stanno stupendo maggiormente nella squadra di D’Anna.

ATTACCANTI

Christian Capone (Atalanta): In una partita equilibrata come quella giocata sabato tra Atalanta e Roma, serviva un guizzo per sbloccarla e così è stato. L’autore del gol che ha deciso la gara è stato proprio Capone, bravo nello sfruttare un perfetto di Mazzocchi e freddo a tu per tu con Crisanto. Per il resto, con i suoi movimenti su tutto il fronte offensivo tiene in costante apprensione la retroguardia giallorossa.




Pietro Pellegri (Genoa): Il Golden Boy rossoblù non accenna a placarsi e si prende la copertina dello spettacolare derby ligure contro la Virtus Entella. Il classe 2001 mette piede nel primo gol di Benedetti, che riporta in pari il risulsato, ma il meglio se lo lascia per la ripresa. Controllo e palleggio da venticinque metri e tiro di contro balzo, che non lascia scampo al portiere avversario: potrebbe essere il gol dell’anno.

– Carlo Manicone (Empoli): quaranta giorni senza segnare sono tanti per chi vive per il gol, ma il centravanti azzurro si è finalmente sbloccato concedendo addirittura il bis per lanciare l’Empoli verso tre punti fondamentali per tornare a bussare alle porte della zona playoff. Anticipo rapace e destro al volo sotto la traversa per mettere in mostra tutto il repertorio, suonando la carica da capitano vero e scrollandosi di dosso la polvere del digiuno.

PANCHINA

Dopo aver analizzato i migliori undici della 12^ giornata del campionato Primavera, passiamo alla panchina. Il “numero 12” di questa settimana è Michele Di Gregorio. L’estremo difensore dell’Inter è stato uno dei protagonisti in positivo della vittoria dei nerazzurri sul campo del Bologna. Tanti gli interventi decisivi che hanno permesso ai propri compagni di strappare tre punti pesanti sul campo emiliano. In difesa scelti questa settimana dalla redazione di MondoPrimavera.com Lapo Carradori, terzino destro dell’Empoli in gol nel poker interno rifilato al Bari. Con lui c’è Marco Bellich, difensore alla seconda rete stagionale con la maglia del Novara: cìè la sua firma nel gol che consente agli azzurri di strappare un punto sul campo della Ternana.




A centrocampo insieme a Luca Clemenza, autore della rete che ha chiuso i giochi sabato nella gara vinta dalla sua Juventus sul campo del Pescara, c’è Samuele Damiani. Il centrocampista dell’Empoli non ha trovato la via del gol, ma ha disegnato assist e tante giocate importanti nella vittoria interna del suo Empoli. Si sprecano ormai i complimenti e le parole per Alessandro Rossi: l’attaccante mette a segno altri due gol decisivi che permette alla Lazio di battere in casa il Milan. L’altro posto in attacco è occupato da Daniele Pupa, protagonista con una tripletta nella vittoria interna del Crotone ai danni del Pisa.