QUATTRO NAZIONI, ITALIA-GERMANIA: LE PAGELLE DEGLI AZZURRI

AUDERO 6 Praticamente inoperoso per tutto il match, non può nulla sul gol dei tedeschi. Il resto è amministrazione.

DICKMANN 5 Sembra abbastanza in palla nei primi minuti, poi va calando fino all’errore di marcatura che porta al vantaggio della Germania. Da lì scompare, insieme al potenziale offensivo avversario.

CAPRADOSSI 7 Se Evani lo tiene in campo per tutta la partita, un motivo c’è. Non sbaglia assolutamente nulla e tira fuori i compagni da qualche situazione spinosa. Colonna portante della nostra fase difensiva.

CALABRESI 6 Ha coraggio palla al piede, una dote che sicuramente non passa inosservato. Dietro, però, non è ineccepibile come il compagno. (COPPOLARO SV)

DIMARCO 6,5 Uno dei migliori quest’oggi, anche se nel primo tempo fa mancare il suo apporto davanti, dove Piu avrebbe avuto bisogno di una mano. Nella ripresa, però, si sdoppia e corre per tutti.

ROCCA 6,5 Inizio in sordina per il centrocampista, che forse viene un po’ oscurato dal tasso tecnico elevato dei colleghi Pontisso e Barella. Ma quando i due si spengono, lui sale in cattedra e affonda con regolarità. Ottima prova. (PANICO SV)

PONTISSO 5,5 Ha grande talento, ma lo custodisce gelosamente e ce lo fa assaporare solo a sprazzi. Ha tutto, manca solo la continuità nei novanta minuti per fare bene. (PESSINA 6 Entra per fare il centro del gioco e in effetti prova a velocizzare la manovra con qualche discreta verticalizzazione. Niente di più, però)




BARELLA 6 Come il collega di reparto Pontisso, il grande talento si vede solo a intermittenza: ci mette tanto fiato e cerca quantomeno di farsi trovare pronto nella posizione di interno a sinistra.

VIDO 5 Giornataccia per l’attaccante rossonero, la cui partita dura giusto un tempo. Ha sui piedi la miglior chance dell’Italia, ma la spreca. Nelle due occasioni successive (due cross bassi) sbaglia il posizionamento in area e non riesce ad anticipare il marcatore. (ORSOLINI 6 Entra per dare vivacità e potenza fisica all’attacco: ci riesce. Non si mette al centro della fase, offensiva, però, e con il passare dei minuti non gli arrivano rifornimenti)

CHIESA 5,5 Cerca di strafare e finisce per non fare. Ha ottimi tempi di inserimento, ma oggi non è decisivo nell’uno contro uno e lucido quando si tratta di servire i compagni. (CASSATA 5,5 Spostato continuamente da Evani, non trova i guizzo giusto per servire i compagni)