Torna l’appuntamento con la nostra rubrica “11 e lode”, dedicata alla Top 11 del campionato Primavera. Undici nomi e una panchina con i talenti che più si sono messi in luce su i campi della Primavera, scelti dalla redazione di Mondoprimavera.com. Classico 3-4-3 a trazione decisamente offensiva per il nostro “11 e lode“: non perdiamo altro tempo e andiamo subito a vedere i grandi protagonisti della 3^ giornata di campionato, cliccando sui quadratini arancioni per scorrere i reparti dell’undici ideale della settimana.

Clicca sui pulsanti arancioni per navigare all’interno della top 11

top-11-campionato-primavera-7-giornata-16-17




PORTIERE

Tommaso Cucchietti (Torino) – La squadra granata ha battuto il Sassuolo con un largo 4-1 in uno scontro diretto molto importante per il Girone C. Il punteggio, però, non illuda: le parate di Cucchietti sono state infatti determinanti ai fini del successo della squadra di mister Coppitelli che, grazie ad almeno due grandi interventi del suo portiere, ha mantenuto il vantaggio nel momento di maggiore spinta offensiva dei neroverdi.

DIFENSORI

Lorenzo Grossi (Roma) – Efficace in difesa anche se non sempre aggraziato nei movimenti. Poco male, il suo lavoro lo fa egregiamente soprattutto negli anticipi e poi realizza due dei cinque gol giallorossi, entrambi su calcio piazzato e i primi del suo campionato.

Nicolò Casale (Hellas Verona) – Il possente centrale della Primavera scaligera, rientrato dopo l’esperienza con la Nazionale Under 19, porta avanti il suo ottimo periodo di forma sbloccando il match contro il Latina con un colpo di testa che vale il vantaggio del Verona. Per il difensore gialloblu si tratta del terzo gol stagionale.

Federico Giraudo (Torino) – L’esterno sinistro della difesa granata disputa una buona prova nel big match di giornata contro il Sassuolo. Preciso con la palla tra i piedi e puntuale in fase difensiva, conclude al meglio la propria personale gara realizzando un gol bellissimo nel finale, con un gran mancino al volo che sbatte sulla traversa e si insacca alle spalle del portiere neroverde. Un gol bellissimo!

CENTROCAMPISTI

Emanuele Gattabria (Palermo) – Il centrocampista rosanero ha avuto il merito di sbloccare la partita con il Crotone, con un bell’inserimento in area e un colpo di testa che ha portato in vantaggio il suo Palermo. Un match in discesa per merito del suo gol – il primo stagionale – e che ha consentito alla squadra siciliana di conquistare altri tre punti e, di conseguenza, risalire la classifica del Girone C.

Alessandro Bordin (Roma) – Un gol e tre assist, anche se due da calcio piazzato, bastano ed avanzano per premiare il centrocampista giallorosso. Scegliere qualcuno nell’ottima Roma che ha annientato il Frosinone è stata una scelta ardua ma il giovane Bordin è stato sicuramente uno dei protagonisti.

Alessio Donnarumma (Benevento) – Pilastro del centrocampo di mister Giovanni Ignoffo, ha messo la firma nella sorprendente vittoria interna del Benevento contro la Juventus, la prima stagionale per i sanniti. Un tiro dalla distanza per l’ex Allievi Nazionali dell’Inter che non ha lasciato scampo all’estremo difensore juventino Del Favero, una rete che ha messo definitivamente in ginocchio le speranze di rimonta dei bianconeri.

Giordano Trovade (Bologna) – Il centrocampista di Este conferma ancora una volta di essere uno dei giocatori più interessanti della Primavera felsinea. Nella sfida di sabato contro il Genoa, il talento classe ’98 ha segnato ad inizio ripresa il gol del momentaneo 1-1 e quindi dato il là alla rimonta bolognese completata poi da Tabacchi. Per il resto, prova di quantità e qualità.

ATTACCANTI

Mattia Giani (Empoli) – L’attaccante azzurro non ha intenzione di fermarsi, e continua a volare altissimo in questo suo scintillante avvio di stagione. La doppietta rifilata all’Udinese è il viatico perfetto per tirare l’Empoli fuori dalla mini-crisi coincisa con due k.o. consecutivi: destro d’autore per sbloccare l’equilibrio, piattone glaciale per mettere in cassaforte i tre punti con la quinta rete stagionale, che lo proietta nell’élite dei cannonieri del Girone B.

Andrea Pinamonti (Inter) – Ormai una doppietta dell’arciere nerazzurro ha praticamente smesso di fare notizia, visto che il tassametro dei gol è già arrivato in doppia cifra dopo appena sette gare disputate. Contro una coriacea Ternana, e senza mister Vecchi a guidare l’Inter dalla panchina, servono due frecce delle sue per spianare la strada verso i tre punti: rigore per aprire le danze e stoccata che spegne le speranze delle Fere, per rilanciare l’Inter dopo il k.o. in Supercoppa e continuare la corsa da protagonista nella lotta al vertice del Girone C.

Andrea De Paoli (Brescia) – Giornata da protagonista per il centrocampista delle rondinelle, che con la doppietta personale vola a quota tre reti in campionato e mette la sua firma in calce alla bella rimonta compiuta dai lombardi nel match casalingo contro il Cesena. Con il Brescia sotto di due gol, De Paoli ha suonato la carica accorciando le distanze e sigillando il definitivo 3-3 allo scadere, regalandosi un sabato da copertina.

PANCHINA

Dopo aver analizzato i migliori undici della settima giornata del campionato Primavera, passiamo alla panchina. Il “numero 12” è Enrico Vencato, estremo difensore del Verona. Gli scaligeri in casa superano 3-1 il Latina ma il portiere gialloblu sigilla il risultato con numerosi interventi che evitano la rimonta pontina. Andrew Gravillon è uno dei due difensori scelti dalla redazione di MondoPrimavera.com in questa giornata, il difensore francese dell’Inter contro la Ternana sigla la terza rete che sigilla il risultato. L’altro centrale difensivo è Joao Silva, il portoghese apre i giochi nella vittoria della Virtus Entella ai danni della Salernitana. Nella vittoria del Cittadella sul campo del Bari c’è lo zampino di Matteo Selmin, il centrocampista del Cittadella mette lo zampino con il secondo gol contro i pugliesi. L’altro centrocampista scelto è Nico Maghini, autore di uno strepitoso gesto tecnico che ha permesso alla Spal di rompere l’equilibrio e strappare i tre punti contro il Perugia. Colpo di tacco che non ha lasciato scampo all’estremo difensore umbro. In attacco scelti due bocche da fuoco come Luciano Arciello protagonista di un assist e di un gol che hanno permesso all’Avellino di tornare alla vittoria in campionato dopo quasi un anno contro il Pescara. Con l’attaccante irpino c’è anche Joshua Perez, decisivo nella vittoria interna della Fiorentina contro la Sampdoria con una marcatura straordinaria, direttamente da calcio d’angolo.