MondoPrimavera.com prosegue la propria analisi dei big match della 17^ giornata. Dando un rapido sguardo al programma della 17^ giornata del Girone A, balza subito all’occhio come la sfida più attesa sia Juventus-Virtus Entella, gara che mette in palio il primo posto della classifica. I bianconeri guidano la graduatoria con 40 punti, uno solo in più rispetto alla sorprendente compagine chiavarese che si attesta a 39, sei lunghezze davanti al terzo posto occupato da Sassuolo e Fiorentina: ecco perché, numeri alla mano, la partita di domani sarà un importante impegno non solo per il primato ma anche per mantenere le distanze dalla terza piazza e quindi dalla zona che vale l’accesso ai play-off. Ricordiamo, come da regolamento, che le prime due classificate di ogni girone si qualificheranno direttamente per le fasi finali, mentre le terze, le quarte e le due migliori quinte dovranno darsi battaglia negli spareggi per strappare gli altri due posti disponibili.

COME ARRIVA LA JUVENTUS – La Primavera di Grosso si presenta all’appuntamento con l’Entella decisa a mantenere il primato ed a vendicare la sconfitta patita all’andata, quando i liguri si imposero per 2-1. Il tecnico bianconero dovrà però fare i conti con la pesante assenza di Favilli, miglior marcatore stagionale della Juventus che, a causa dei forfait forzati di Mandzukic e Zaza, verrà convocato da Allegri in Prima Squadra per la trasferta di Frosinone. Al suo posto dovrebbe essere convocato Kean, talento italo-ivoriano classe 2000 che sta facendo benissimo con gli Under 17 di mister Tufano: potrebbe essere proprio lui a guidare l’attacco della Juve, nonostante un gap di età di almeno due o tre anni nei confronti di avversari e compagni di squadra. Per il resto, dovrebbero esserci soltanto conferme, con Audero tra i pali, Romagna e Blanco Moreno a guidare la difesa con Lirola e Zappa sulle corsie esterne; a centrocampo dovrebbero agire Macek, Cassata e probabilmente Kastanos, con Clemenza a supporto di Pozzebon e di Di Massimo, attaccante classe ’96 arrivato nel mercato di gennaio e già a segno la scorsa domenica contro il Trapani. Non è da escludere, però, la possibile sorpresa Kean in campo dal primo minuto.

COME ARRIVA LA VIRTUS ENTELLA – Il big match con la Juventus è un appuntamento attesissimo per i ragazzi di mister Castorina, che cercano di continuare nel loro momento positivo e di agguantare in classifica proprio i bianconeri attualmente primi in graduatoria del Girone A. Una sorta di prova del nove per la compagine chiavarese, vera e propria rivelazione del campionato. Il tecnico dei liguri potrà contare sull’intera rosa a disposizione, con l’aggiunta dell’ariete Mitta, arrivato dall’Inter nel corso della finestra invernale di mercato: il centravanti potrà sicuramente dare una mano ai liguri in questa seconda metà di stagione. L’Entella si presenterà a casa della Juventus con le stesse idee di gioco e la consueta grinta di sempre, per cercare di portare a casa tre punti importanti. All’andata i biancocelesti riuscirono a superare la Juventus per 2-1 e domani andranno a Torino con l’intenzione di replicare l’impresa o quantomeno di riuscire a strappare un punto per mantenere le distanze dal Sassuolo e dalla Fiorentina terzi in classifica.

OCCHI PUNTATI SU… – In casa bianconera c’è ancora grande curiosità nei confronti di Alessio Di Massimo, arrivato dopo aver fatto benissimo nel campionato di Serie D e autore del primo gol in maglia bianconera la scorsa domenica, in occasione della vincente trasferta di Trapani. L’assenza di Favilli potrebbe spingere Grosso a confermare l’attaccante classe ’96 dal primo minuto, con Clemenza e Pozzebon a supporto. Attenzione anche all’apporto di Guido Vadalà: il giovane argentino arrivato nell’ambito dell’operazione Tevez si sta finalmente inserendo nei meccanismi di gioco della Primavera bianconera e, nelle intenzioni del tecnico, può diventare un’importante arma a gara in corso. La squadra ligure risponde con la compattezza del gruppo e l’entusiasmo che si è creato partita dopo partita e vittoria dopo vittoria. Se scendiamo a dare un occhio tra i singoli, senza dubbio la coppia gol composta da Riccardo Moreo e Francesco Puntoriere può dare filo da torcere alla difesa bianconera. Sulla linea mediana, invece, il classe ’96 Ibrahima Sane e Manuel Di Paola sono due che abbinano quantità a qualità, con il primo molto bravo negli inserimenti. Non ci resta che godersi il big match e vedere chi riuscirà ad aggiudicarselo.