Dopo la pausa natalizia il Campionato Primavera scalda i motori in vista della ripresa, in un 2016 che promette come di consueto spettacolo ed emozioni. Il primo appuntamento ufficiale dell’anno appena iniziato è la Primavera Tim Cup che, tra sabato 9 e domenica 10 gennaio, vedrà protagoniste le 8 squadre che scenderanno in campo per darsi battaglia nei quarti di finale.
Sono quattro le partite in programma per la Coppa Nazionale riservata alle squadre Primavera: Lazio-Palermo, Inter-Roma, Milan-Fiorentina, Genoa-Juventus.

 LAZIO-PALERMO

La prima semifinalista uscirà dallo scontro tra i biancocelesti di mister Simone Inzaghi, detentori del titolo da due stagioni e i rosanero di mister Bosi: le due formazioni apriranno le danze dei quarti di finale della Primavera Tim Cup. Anche lo scorso anno Lazio e Palermo si incotrarono ai quarti di finale, con i primi che travolsero gli avversari per 4-1.
Il match si giocherà sabato 9 gennaio 2016 alle ore 14:00 presso il Centro Sportivo di Formello. Solo due punti separano Lazio e Palermo in campionato, con i rosanero avanti di appena due lunghezze. Al momento, le due formazioni si stanno giocando il quinto posto del Girone C che vale il probabile accesso ai Play Off delle Final Eight. Nell’ultimo precedente in campionato le due compagini non sono andate oltre lo 0-0.
La Lazio dovrebbe recuperare due pedine importanti nello scacchiere di mister Inzaghi: Germoni e Palombi, entrambi infortunati nelle scorse apparizioni. Il Palermo di mister Bosi dovrà fare attenzione al tridente Palombi-ManoniRossi. I rosanero arrivano rimaneggiati: si contano le assenze di Bonfiglio e Galici (infortunio) e quelle di Pirrello, La Gumina e Pezzella rimasti in ritiro con la prima squadra. I padroni di casa dovranno prestazre attenzione alle geometrie di Toscano, alla fantasia di Ferchici, all’estro di Cassini e alla velocità dell’esterno Grillo. Match non impossibile per i siciliani che sono reduci da tre vittorie consecutive (di cui due in trasferta, ndr) e senza subire gol.

ROMA-INTER

Riflettori puntati sul big match di questi quarti di finale: Inter e Roma, due delle formazioni più forti e organizzate di questo Campionato Primavera 2015-2016, si daranno battaglia per continuare a sognare la Primavera Tim Cup. Il fischio d’inizio sarà alle ore 15.00 di sabato 9 gennaio a Trigoria, trasmesso in diretta da Sportitalia.
Da una parte i neroazzurri di mister Vecchi, seconda forza del Girone B del Campionato Primavera con 30 punti. Dopo un inizio in sordina, Della Giovanna e compagni hanno viaggiato su alti livelli. Una rosa lunga, con tante alternative e con diversi prospetti interessanti come Radu, Dimarco e De Lafuente. Dall’altra parte i giallorossi di mister De Rossi, già campioni d’Inverno del Girone C con 29 punti. Nella formazione dei padroni di casa si farà sentire l’assenza del bomber Umar Sadiq, sempre più uomo prima squadra e del connazionale Nura, ancora alle prese con il problema cardiaco. Potrebbe saltare altre pedine importanti come Manchin, Di Livio e Tumminnello (questi ultimi due freschi d’esordio in Serie A). In ogni caso saranno difronte due corazzate del Campionato Primavera, dotate di una buona solidità in fase difensiva e con giocatori molti abili in fase realizzativa.

FIORENTINA-MILAN

Domenica 10 gennaio, alle ore 11, in diretta su SporItalia Fiorentina e Milan difronte nel primo turno dei quarti di finale. I viola di mister Guidi, terzi nel girone A del Campionato Primavera, sono una squadra giovane (basti pensare al classe 1999 Ranieri), compatta, con una difesa solida e capace di esprimere anche un bel calcio. Il punto forte è senza dubbio il reparto avanzato con il tridente titolare MinelliVlakarChiesa. I viola arrivano da favoriti nel match contro il Milan di mister Brocchi. I rossoneri non hanno ancora trovato la loro dimensione in questa stagione e, dopo un inizio a rilento, stanno pian piano trovando fiducia nei proprio mezzi trovando anche a buoni i risultati. Gamarra e compagni sono quinti nel Girone B del Campionato Primavera con 21 punti all’attivo. De Santis, Locatelli e Cutrone sono la spina dorsale di questa squadra capace di battere la capolista Cagliari nell’ultima giornata di andata del Campionato Primavera. Se il Milan non ha difficoltà nel trovare la via del gol, la pecca sono le tante (forse troppe) reti subite: già 22 nelle prime 13 partite. Sicuramente non mancherà lo spettacolo, il bel gioco e i gol che queste due formazioni sono in grado di proporre.

GENOA-JUVENTUS

A conclusione del poker di partite, il match tra Genoa e Juventus, una sfida tutta in seno al girone A. I rossoblù sono chiamati all’impresa di far fuori gli avversari per raddrizzare una stagione non proprio soddisfacente: occupano un deludente ottavo posto a sette lunghezze dai playoff. In Coppa invece il cammino è stato brillante, con l’eliminazione del Carpi prima e il colpaccio sul campo del Torino campione d’Italia poi negli ottavi di finale. Mister Stellini può contare sul talento di Ghiglione e Panico e sulle prodezze del centrocampista Ricozzi. I bianconeri invece arrivano alla sfida più tranquilli visto il primo posto attualmente occupato in campionato. I bianconeri, leader indiscussi del Girone A del Campionato Primavera arrivano con una rosa completa alla quale si sono aggiunti ultimamente Kanoute e Di Massimo. I grifoncini dovranno fare attenzione all’attacco delle meraviglie composto da Pozzebon, Favilli e Clemenza. La speranza juventina è quella di ripetere la vittoria nell’ultimo turno disputato di campionato dove hanno superato i grifoni a domicilio per 2-0.